Benvenuti!

Queridos,

Ecco il nostro nuovo blog indirizzato agli appassionati di tango che vogliono ritrovarsi virtualmente oltre che fisicamente. Questo spazio nasce con lo scopo di favorire e incentivare l'incontro, lo scambio di opinioni e di pareri sulle milonghe, sui corsi e sugli stages, per l'organizzazione di serate di ballo, di viaggi ed eventi legati al tango etc. Un caloroso benvenuto dunque a tutti coloro che vorranno partecipare, attivamente o meno, allo sviluppo ed alla crescita di questo blog
.
Marco

20/04/10

Allo ZO O cafè

Ciao a tutti. Alle miei visitazioni di milonghe bolognesi, mancava lo Zoo cafè .Ho colmato questa lacuna ieri sera . L'ambiente è davvero bello, ho ritrovato e visto ballare i più famosi maestri di tango di Bologna ,tutti riuniti in un solo posto, ho ammirato coppie di ballerini che raramente si possono vedere altrove . Gente abituata ad insegnare passi di tango ,che si esibivano senza saperlo ai miei occhi !! Così anch'io ho provato a muovermi ... ma ad una certa ora il posto molto piccolo di per sè è diventato invivibile ! Solo gli abili maestri riuscivano a districarsi in mezzo a tali difficoltà .
Ho quindi rinunciato, causa forza maggiore, meglio stare seduti a guardare ! Non c'era proprio posto nè per me nè per nessun altro. A voi la prova !

La musica in milonga 2

Ciao a tutti! Io invece non sono d´accordo su buona parte di quanto detto da Graziano:

“Ora è vero che il tango ha radici lontane, nel
tempo e lentamente devono essere introdotti nuovi brani, per sperimentare altrettante nuove sonorità , ma mi sembra che ultimamente si stia snaturando un po' troppo”.


Caro Graziano, quello che tu chiami snaturamento io la chiamo evoluzione. Secondo il tuo ragionamento anche lo stesso tango sarebbe uno “snaturamento” della milonga e la milonga uno ”snaturamento” del candombe africano. Ergo, se si fosse rimasti fedeli ed attaccati alla tradizione oggi non balleremmo tango! La contaminazione, la sperimentazione e la fusione di vari generi con tutti i relativi sviluppi hanno sempre portato effetti benefici, ricchezza, varietá e cultura. Personalmente apprezzo i tanghi tradizionali ma mi piace molto di piú il nuevo e il tango elettronico. A tal proposito, dato che spesso si crea confusione, si deve fare una precisazione: Per quei pochi che ancora non lo sapessero per tango nuevo si intende la musica da Piazzolla in poi. Piazzola è stato il primo che ha avuto il coraggio di “osare” una reinterpretazione del tango classico usando strumenti, sonoritá e ritmi diversi da quelli usati fino ad allora. L´artista fu aspramente criticato in patria per questa gravissima “mancanza di rispetto” salvo poi legittimarlo e lodarlo solo dopo che all´estero aveva ottenuto grandissimi successi seguendo in qualche modo lo stesso destino che aveva subito il tango alcuni decenni prima, osteggiato, criticato, ritenuto un ballo troppo licenzioso e quindi contro la morale dai soliti bigotti ma poi riammesso, rivalutato e sviluppato fino a farne il massimo simbolo dell´Argentina e nel 2009 Patrimonio Culturale Intangibile dell'Umanità.

“I più giovani ,che non conoscono i mostri sacri della musica argentina, potrebbero confondere benissimo una ballata di Ivano Fossati ,come musica creata apposta per ballare, anche se tutto questo è falso. Nessuno potrà spiegare loro
che il buon Fossati ,non aveva nessuna intenzione di creare un tango . Ma altresì chi spiegherà loro che Annibal Troilo ha composto e suonato tanghi veri, e inimitabili e che purtroppo raramente si possono ballare in milonga? Se va avanti così finiremo per ballare anche le canzoni di Ramazzotti !”


I piú giovani, che saranno anche giovani ma non sono certo scemi, immagino che sappiano bene che i pezzi di Fossati, di Gian Maria Testa, di Carmen Consoli o degli Evanescence non sono canzoni fatte appositamente per essere ballate come tanghi in milonga e, se lo vorranno, potranno informarsi per conoscere meglio la storia del tango e di tutti i suoi autori ma questa non puó essere una imposizione, ne tanto meno dev´essere necessariamente un compito dei musicalizadores o degli insegnanti di ballo. Per fortuna oggi ci sono tantissimi strumenti che possiamo usare per ottenere informazioni corrette e farci un´idea nostra del mondo che ci circonda e non dobbiamo aspettare che qualcuno ce le spieghi. Anche perché troppo spesso chi cerca di spiegare dei fenomeni storici, artistici e culturali della nostra societá lo fa inevitabilmente filtrandoli attraverso le proprie opinioni e le proprie convinzioni.
Allo stesso modo oggi abbiamo la possibilitá di poter scegliere, in base ai nostri gusti, dove andare a ballare. Ci sono milonghe dove fanno solo tradicional ed altre dove inseriscono dei pezzi di tango nuevo o elettronico. Abbiamo uno strumento prezioso: il libero arbitrio. Quello che mi infastidisce invece è la critica selvaggia che sovente si sente contro ogni tipo di diversa opinione o contro chi voglia sperimentare nuovi percorsi uscendo dall´omologazione un po stantía. Una volta ho sentito un musicalizador di una famosa milonga bolognese che, dopo aver messo un pezzo di tango nuevo, per manifestare il proprio dissenso, ha inserito alla fine il file audio del rumore dello sciacquone di un bagno. Oltre a questa “finezza”, che la dice lunga sulla tolleranza di alcuni riguardo certi temi e sull´educazione del soggetto, ritengo che nessuno debba avere la presunzione di essere unico custode della Veritá Assoluta.
Quindi, per quanto mi riguarda, massimo rispetto per i vari Troilo, Di Sarli, D´Arienzo, Pugliese, etc. che ci hanno regalato pezzi unici ed indimenticabili come quello da te proposto ma penso che il tango possa e debba essere anche altro! Un abbraccio, Marco.

19/04/10

La musica in milonga

Ciao a tutti da Graziano . Dopo un periodo di assenza, ho deciso di affrontare un argomento che mi sta molto a cuore , ovvero la musica . Se siete dei freguentatori di milonghe ,come me, vi renderete conto che ,chi programma musica (i musicalizador ) penso si scriva così, crea scalette utilizzando di più i classici o più le selezioni cosidette di tango nuevo . Ora è vero che il tango ha radici lontane, nel
tempo e lentamente devono essere introdotti nuovi brani, per sperimentare altrettante nuove sonorità , ma mi sembra che ultimamente si stia snaturando un po' troppo. Sembra sempre difficile
trovare le giuste misure, ma gli autori classici per me, restano sempre un patrimonio da conservare
e soprattutto da far ascoltare e ballare alle nuove generazioni. I più giovani ,che non conoscono i mostri sacri della musica argentina, potrebbero confondere benissimo una ballata di Ivano Fossati ,come musica creata apposta per ballare, anche se tutto questo è falso. Nessuno potrà spiegare loro
che il buon Fossati ,non aveva nessuna intenzione di creare un tango . Ma altresì chi spiegherà loro che Annibal Troilo ha composto e suonato tanghi veri, e inimitabili e che purtroppo raramente si possono ballare in milonga? Se va avanti così finiremo per ballare anche le canzoni di Ramazzotti ! Bene aspetto commenti di qualsiasi genere . Vi lascio con un lavoro personale su un brano che ritengo davvero unico ... naranjo en flor che spero qualche buon musicalizador inserisca nella sua selezione... Ciao
video

12/04/10

Querer...



Querer
Dentro del corazon
Sin pudor, sin razon
Con el fuego de la pasion

Querer
Sin mirar hacia atras
A traves de los ojos
Siempre y todavia mas

Amar
Para poder luchar
Contra el viento y volar
Descubrir la belleza del mar

Querer
Y poder compartir
Nuestra sed de vivir
El regalo que nos da el amor
Es la vida

Querer
Entre cielo y mar
Sin fuerza de gravedad
Sentimiento de libertad

Querer
Sin jamas esperar
Dar solo para dar
Siempre y todavia mas

Amar
Para poder luchar
Contra el viento y volar
Descubir la belleza del mar

Querer
Y poder compartir
Nuestra sed de vivir
El regalo que nos da el amor
Es la vida

Querer
Dentro del corazon
Sin pudor, sin razon
Con el fuego de la pasion
Y volar

09/04/10

Nonna, permetti questo ballo?

Un tango tra un giovane e una elegante anziana signora. Improvvisato, davanti a un cinema del centro di Londra.
Nei commenti capiamo che si tratta di nonna e nipote.


Il tango è anche comunicazione e punto di contatto intergenerazionale. In questo senso (e in tanti altri) mi commuove :))

02/04/10

Auguri a tutti i lettori...

Auguri di Buona Pasqua a tutti i lettori di questo blog ,che in poco tempo ha raggiunto una popolarità che nemmeno noi ci aspettavamo. Certo scrivere di tango non è facile, specialmente per chi ha iniziato da poco ed è inesperto come me. Tutto ciò che leggete è il frutto di sensazioni che vivo personalmente e che cerco di trasmettere da questa tribuna . Ringrazio quindi tutti coloro che dedicano un pò del loro tempo a leggermi, spero che queste mie ricerche di informazioni possano essere utili a tutti . Con affetto da Graziano. Il video che segue è un brano che si ascolta poco in milonga , ma di grande effetto naranjo en flor magistralmente interpretato da Osvaldo Zotto e Lorena Ermocida
video

Belgrade Tango Festival 2007 - Pino Dangiola y Natalie Brateli Ivana Nikolic



Su segnalazione di Slavica vi propongo questo bel video, il brano é "To Tango Tis Nefelis".
Marco